Skip to content

Reportage

ADDIO A BETTIE PAGE, REGINA DELLE PIN UP

È morta a 85 anni in nottata in un ospedale di Los Angeles, dove era ricoverata da tre settimane per una polmonite, Bettie Page, la regina delle pin up americane, che ancora oggi ispira stilisti e creatori di biancheria intima.
Nata a Nashville, nel Tennessee, il 22 aprile 1923, Bettie, o Betty, Page, capelli corvini e corpo sinuoso, da segretaria divenne una delle modelle più fotografate negli anni ’50 del secolo scorso, quando fu una regina delle riviste per soli uomini. Nel gennaio 1955 anche Hugh Hefner la scelse per essere ‘coniglietta’ del mese.
Le sue foto in bikini o in impalpabili completi di biancheria intima, senza disdegnare pose e abbigliamenti sadomaso furono un preludio alla rivoluzione sessuale degli anni ’60.
Smise di posare nel 1957, e un paio d’anni dopo divenne una ‘born again Christian’, pare in seguito a un esaurimento nervoso seguito alla rottura del suo secondo matrimonio.
La sua morte è stata annunciata dal suo agente Mark Roesler nel sito online a lei dedicato: “Catturò l’immaginazione di una generazione di uomini e di donne – scrive – col suo spirito libero e la sua sensualità senza remore. E’ l’incarnazione della bellezza”.

LA FOTOGALLERY DEL FILM CELEBRATIVO

I NOSTRI REPORTAGE

EVA ERZIGOVA PER MARIE CLAIRE

CINEMA

LA NUOVA LARA CROFT

REQUISITI DI SISTEMA

Scarica Gratis l’ultima versione di Macromedia Flash Player

Scarica Gratis l’ultima versione di Windows Media Player
Annunci
No comments yet

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: