Skip to content

SOVERATO, MARE DI FOLLA ALLA PRIMA SERATA DEL MAGNA GRÆCIA FILM FESTIVAL

20 luglio 2009

SOVERATO, 19 LUG. – Ieri sera un mare di folla ha accolto la sesta edizione del Magna Grecia Film Festival, che si prospetta particolarmente ricca di eventi e di sorprese. Sonoro scroscio di applausi quando Gianvito Casadonte, direttore artistico del festival, ha ricordato Paolo Borsellino nel 18esimo anniversario del suo assassinio e del massacro della sua scorta. Il Mgff è una manifestazione di qualità che valorizza e promuove il cinema italiano e i registi al primo debutto cinematografico e arricchisce di notorietà la cittadina sullo Jonio.

Le pellicole di stasera sono travolgenti, la prima propone una romantica storia d’amore, la seconda, invece, una bella avventura. Alle 21 verrà proiettato il film “Questo piccolo grande amore” di Riccardo Donna, ispirato alla canzone di Claudio Baglioni con Emanuele Bosi e Mary Petruolo. La pellicola racconta di Andrea che ha diciannove anni e di Giulia che ne ha diciassette. Si incontrano per la prima volta in un bar, per caso. Andrea è al primo anno di architettura, immagina di poter cambiare il mondo con i suoi progetti, i suoi disegni, i suoi sogni. Giulia è all’ultimo anno di liceo classico, è timida, inesperta, impaurita dal primo vero sentimento della sua vita. Vengono da mondi diversi, hanno amici diversi, e due vite diverse. Attraversano insieme un pezzo di vita, conoscendosi, amandosi disperatamente.

Alle 22.30 andrà in scena “Machan” di Umberto Pasolini con Dharmapriya Dias, Gihan De Chickera, Dharshan Dharmaraj, Namal Jayasinghe, Sujeewa Priyalal. La cinepresa questa volta racconta la storia di due ragazzi: uno si chiama Manoj e il suo amico d’infanzia Stanley. I due dopo vari tentativi hanno provato più e più volte a ottenere il visto per trasferirsi in Germania e trovare lavoro in modo di poter mantenere le proprie famiglie che vivono nello Sri Lanka. Stanley per dare una svolta alla sua vita e alle sorti della sua famiglia si impegna a mettere sù una squadra di palla a mano tutta sua in base alle sue conoscenze. Man mano che la voce inizia a girare, si uniscono sempre più persone desiderose di abbandonare una vita di stenti, per la propria affermazione come individui.

  • Maria Anita Chiefari – Gazzetta del Sud
  • Foto Soveratoweb.it
Annunci
No comments yet

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: