Skip to content

SOVERATO – DISASTRO AMBIENTALE ALLA FOCE DELL’ANCINALE. LIQUAMI INVADANO CASE E STRADE. RIVERSO:”SI APPONGANO I SIGILLI ALL’ IMPIANTO DI DEPURAZIONE CORVO

17 giugno 2008

SATRIANO – Non è più padrone di vivere nella sua abitazione insieme alla sua famiglia, Carlo Riverso, perchè quel depuratore consortile in località Corvo ubicato al confine tra i Comuni di Soverato e Satriano Marina da anni funziona male, e libera la fogna per strada.

4 anni DI denuncia  malfunzionamento del depuratore a Corvo, MA ANCORA NESSUNA RISPOSTA DALLE ISTITUZIONI

Carlo Riverso:« Si appongano i sigilli all’impianto e si proceda penalmente contro i responsabili»

Proprio davanti alla sua abitazione. Una situazione divenuta ormai insostenibile al punto che da quattro anni il cittadino satrianese ha ingaggiato una vera e propria battaglia a colpi di denunce ai carabinieri, di esposti alla procura della Repubblica e di diffide ai Comuni collettati (Soverato, Sartriano,S.Sostene, Gagliato, Davoli) all‘Ato 2 della Provincia Per chiedere che a quel depuratore vengano apposti i sigilli, oltre che alla Procura di procedere penalmente nei confronti dei responsabili di quello che, a suo dire, è un disastro ambientale. L’ultimo esposto denuncia alla Procura della Repubblica,

Carlo Riverso l’ha presentato qualche giorno fa. Una vera e propria odissea la sua. Quasi una sorta di incubo in cui ormai da anni vive il residente con la sua famiglia. Infatti, sulla strada che conduce alla sua abitazione, c’è una condotta fognaria e vari pozzetti, uno dei quali davanti casa, come spiega Riverso che spesso si intasa e i liquami fognari invadono l’abitazione. Al punto che è stato costretto più volte ad andarsene da casa con la sua famiglia. Senza contare che in estate, poichè la zona è circondata da sterpaglie, si sprigionano incendi pericolosi che lambiscono l’abitazione.

Innumerevoli, poi, le volte che i Vigili del fuoco sono dovuti intervenire, come peraltro risulta dai verbali allegati all’esposto denuncia, corredato da un nutrito book fotografico che attesta la drammatica situazione. Inoltre, come riferisce, Riverso, quando i liquami diventano secchi rimangono sparsi in tutta la zona e sono una vera minaccia per la salute dei residenti. Eppure, in quella zona c’è la più grande lottizzazione del soveratese (Cecinia) dopo quella Liotta a pochi metri di distanza.Nel 2004, infine, Riverso ha posto atto di citazione presso il tribunale di Chiaravalle per i danni subiti a seguito del totale blocco del depuratore consortile di Corvo a dicembre 2004 perchè mancava la manutenzione. Ma ancora oggi nessuna risposta.

AMELIA FEROLOETO

Annunci
No comments yet

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: