Skip to content

‘NDRANGHETA: SALAVATORE BORSELLINO CHIEDE UN INCONTRO SULLA VICENDA MASCIARI

6 giugno 2008
L’imprenditore-testimone, nelle scorse settimane, in polemica con le istituzioni, aveva rinunciato al programma di protezione, giudicandolo insufficiente.

CatanzaroSalvatore Borsellino, fratello di Paolo, il giudice di Palermo ucciso dalla mafia, ha scritto una lettera al ministro dell’Interno Roberto Maroni, proponendo un incontro da dedicare alla vicenda di Pino Masciari, l’imprenditore-testimone di giustizia le cui denunce contro la ‘ndrangheta hanno permesso di arrestare mafiosi, politici e magistrati collusi con i clan.

Masciari, secondo Borsellino, e’ in pericolo di vita. L’imprenditore-testimone, nelle scorse settimane, in polemica con le istituzioni, aveva rinunciato al programma di protezione, giudicandolo insufficiente. “Le scrivo oggi – si legge nella lettera di Borsellino a Maroni – per chiederLe urgentemente un incontro sul caso dell’imprenditore Giuseppe Masciari, che dopo aver fatto il proprio dovere, quello di denunciare i suoi estortori e farli condannare, oggi si trova in un pericolosissimo limbo istituzionale. Lui assieme alla moglie, medico odontoiatra, ed ai due suoi figli. Voglio incontrarLa presto, perche’ anche se sono certo – aggiunge – che non riusciro’ mai ad avere giustizia per mio fratello Paolo, sento di dovere impegnarmi con tutto me stesso affinche’ questo imprenditore coraggioso e la sua famiglia abbiano la speranza di un futuro certo in termini di sicurezza e possibilita’ di lavoro oltre che di tutela della propria vita. Se chi si ribella al pizzo viene ripagato in questa maniera dallo Stato – chiede Borsellino – come puo’ lo stesso Stato chiedere ad altri di rifiutarsi di sottostare a queste vessazioni o risultare credibile quando parla di volonta’ di lotta alla criminalita’ organizzata ? Lo Stato italiano non puo’ muoversi solo in occasione delle tragedie, dovrebbe evitare che accadano, dovrebbe tutelare questi cittadini di cui dovrebbe andare fiera finche’ sono in vita e non piangerli dopo morti. Per questo – conclude – le chiedo ufficialmente un incontro alla presenza mia e dei coniugi Masciari, per chiederLe di profondere ogni energia per risolvere questo caso, che si trascina vergognosamente e nell’indifferenza delle Istituzioni da ormai 11 lunghi anni”. Masciari, che ha reso pubblico il contenuto della lettera, afferma di aver appreso “con gioia e speranza” la “forte presa di posizione” del fratello del giudice Paolo Borsellino, il quale, afferma Masciari, “ha chiesto in via estremamente urgente un incontro tra il ministro stesso e la famiglia Masciari per trovare una soluzione immediata all’imbarazzante situazione di un imprenditore e della sua famiglia che vive nell’insicurezza solo per aver fatto il proprio dovere”.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: